fbpx
I nostri social
malcolm-and-marie

Cinema

Malcolm & Marie, un film che segnerà gli Oscar 2021?

Malcolm & Marie, che vede protagonisti John David Washington e Zendaya, potrebbe superare numerosi record agli Oscar 2021.

Tempo di lettura: 3 minuti

L’8 gennaio è stato rilasciato il primo trailer di Malcolm & Marie, un film girato interamente durante il (primo) lockdown con protagonisti Zendaya e John David Washington. La pellicola salterà (a malincuore) la proiezione nei cinema per approdare il 5 febbraio sulla piattaforma Netflix – che ne ha acquistato i diritti per trenta milioni di dollari.

Il film, sceneggiato (in soli otto giorni) e diretto da Sam Levinson, racconta i problemi relazionali di Malcolm e Marie, una coppia che sembra, almeno apparentemente, essere in perfetta sintonia. I due sono di ritorno dalla premiere dell’ultimo film di Malcom, e nell’attesa del giudizio della critica, la coppia si abbandona – più nolente che volente – ad una eviscerazione sentimentale che porta in superficie le difficoltà (latenti) di una coppia che non funziona poi così tanto bene.

Malcolm & Marie è un perfetto esempio di one-location film, in cui il tempo della storia si allinea perfettamente con quello del racconto e che sfrutta, come accaduto in altri casi (Carnage, Perfetti sconosciuti, Nodo alla gola, giusto per citarne alcuni), l’unicità dello spazio come cassa di risonanza per le emozioni – operazione fagocitata anche dall’utilizzo da parte del fotografo Marcell Rév del bianco e nero.

Per quanto la sceneggiatura sia oggettivamente piuttosto semplice (anche se, per dare un giudizio completo e finito, c’è bisogno della visione del film per capire come la storia verrà dipanata da un punto di vista narrativo ma anche tecnico) il film si è visto all’improvviso puntati numerosissimi riflettori perché, qualora riuscisse ad attirare l’attenzione dell’Academy, sfiorerebbe – e in alcuni casi ne creerebbe anche di nuovi – numerosi record essendo in prima linea sul fronte del delicato ma allo stesso tempo energico tema del politically correct.

Malcom & Marie

John David Washington, l’iconico “il Protagonista” di Tenet, potrebbe acquisire con Malcolm & Marie un po’ di risonanza mediatica, dopo essere passato, purtroppo, molto in sordina con BlacKkKlansman – per il quale, sino all’ultimo, era stato considerato un papabilissimo candidato nella categoria Miglior Attore Protagonista.

Per Zendaya il triennio 2019-2021 si sta dimostrando a pieni voti un’annata superlativa: Spider-Man: Far from Home segna un’ingresso prorompente e definitivo sul grande schermo (per quanto avesse già recitato in Spider-Man Homecoming e The Greatest Showman), cui segue a sorpresa Malcolm & Marie, nell’attesa di vederla nell’ultimo film di Denis Villeneuve, Dune (fissato inizialmente per il 20 novembre del 2020 ma rimandato di quasi un anno causa emergenza sanitaria). La 72esima edizione dei Primetime Emmy Awards la vede vincitrice nella categoria Miglior attrice in una serie drammatica con Euphoria – divenendo la seconda donna di colore a vincere questo premio, solo l’anno dopo che se l’era aggiudicato Viola Davis con Le regole del delitto perfetto.

La storia, Malcolm & Marie, potrebbe farla in diverse categorie: Zendaya e Washington sono entrambi produttori del film, e qualora fossero nominati insieme a Washington padre – produttore, invece, di Ma Rainey’s Black Bottom – sarebbe la prima volta nella storia degli Oscar che un padre e un figlio vengano nominati per la stessa categoria. Se Zendaya venisse nominata per la categoria Miglior Film sarebbe la seconda donna di colore dopo Oprah Winfrey con Selma nel 2014, e qualora vincesse si affiancherebbe ad Halle Berry, l’unica donna di colore, in 93 anni, ad aver vinto per la suddetta categoria. Se oltre alla sua candidatura per Miglior Attrice Protagonista ci fossero anche quelle di Viola Davis, di Nicole Beharie, e di Andra Day, sarebbe la seconda volta in assoluto che in questa categoria si avrebbero nella rosa delle nominate più di una donna di colore.

Malcom & Marie

A 24 anni Zendaya sarebbe la donna più giovane a poter essere nominata nella categoria Best Picture, e qualora fosse nominata anche per Miglior Attrice potrebbe competere, per lo stesso record, con Frances McDormand per il film Nomadland. Ancora, potrebbe essere la seconda donna, dopo Helen Mirren, a vincere un Emmy e un Oscar durante la stessa stagione di premiazioni.
L’età di Zendaya (classe 1996) la porterebbe ad essere la quinta donna più giovane a vincere un Oscar, dopo Janet Gaynor nel ’29 con Settimo Cielo, Street Angel e Aurora, Joan Fontaine nel ’41 con Il sospetto, Audrey Hepburn nel ’53 con Vacanze Romane, Marlee Matlin nell’87 con Figli di un dio minore e ultima, ma assolutamente non per importanza, Jennifer Lawrence che nel 2013, a soli 22 anni e mezzo, trionfa con Il lato positivo.

Non ci resta che aspettare – con estrema trepidazione ed impazienza – l’incontestabile e indefettibile scelta dell’Academy a riguardo, ma Malcolm & Marie promette, ancor prima di averne potuto godere della visione, veramente molto bene.

Iscriviti al nostro canale Telegram per ricevere in anteprima tutti gli articoli di Ultima Razzia!

Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Sostieni Ultima Razzia

Donazioni sidebar

Informazioni Personali

Totale Donazione: €100,00

Seguici su Facebook

Iscriviti al nostro canale Telegram

Telegram

Seguici su Instagram

Loading...

Iscriviti ad Amazon Prime Video

Leggi anche...

Il monello Il monello

Il centenario de Il monello di Charlie Chaplin

Anniversari

Bong Joon-ho Bong Joon-ho

Bong Joon-ho è il Presidente di giuria di Venezia 78

Cinema

Lupin Lupin

Omar Sy è Lupin, promossa la serie sul ladro gentiluomo

Netflix

One Night in Miami One Night in Miami

One Night in Miami e l’attuale richiamo al black power

Amazon Prime Video

Connect