fbpx
Connect with us
Andrew Garfield è Jonathan Larson in Tick, Tick...Boom!

Cinema

Tick, Tick…Boom!, quando i sogni lottano con la vita a ritmo di musica

Lin-Manuel Miranda debutta alla regia di un lungometraggio con un tributo al compositore e drammaturgo Jonathan Larson. Un film dove a trionfare è sempre la vita. Su Netflix

Tempo di lettura: 3 minuti

Il tempo scorre inesorabile. I 30 anni sono alle porte. E un bivio si presenta davanti. Cosa fare? Continuare a coltivare i propri sogni sperando che un giorno diventino una realtà fatta di gloria, successo e soldi oppure smettere di inseguire quella che a volte può apparire come una chimera, rimboccarsi le maniche e cercare di portare a casa quel che serve per sopravvivere dignitosamente? Pensieri e parole di Jonathan, che alla soglia dei sei lustri di vita si trova a dover decidere cosa fare della sua vita. Che direzione farle prendere. Che svolta darle.

Nella testa di Jonathan risuona come un metronomo un ticchettio incessante. Un suono che per lui, allo stesso tempo, è piacevole quanto fastidioso. Piacevole perché rappresenta il tempo che scandisce le sue partiture musicali. Jonathan è alle prese da oltre otto anni con la scrittura di un musical che sogna di mettere in scena nei più prestigiosi teatri di Broadway a New York, la città in cui vive ed è nato. Fastidioso perché quel ticchettio gli ricorda che tempus fugit, che non è più un ragazzino, che le bollette le deve pagare, che deve mangiare. Quindi, che fare? Tenersi il suo lavoro di cameriere in un diner (con contratto a tempo indeterminato) o mollare tutto e concentrarsi solo sul quel sogno?

La vita di Jonathan Larson raccontata in musica

Tick, Tick…Boom! è il film Netflix d’esordio di Lin-Manuel Miranda (il protagonista di Hamilton, il musical dei record) che per il suo battesimo alla regia sceglie di raccontare l’emozionante storia di Jonathan Larson, drammaturgo, compositore, nonché vincitore di un Tony Award e di un premio Pulitzer. Larson è considerato dagli esperti del settore come una delle menti più creative e originali del musical americano. A lui si deve il successo di Rent, ispirato alla Bohème di Puccini, capace di registrare il tutto esaurito ancora oggi a distanza di quasi trent’anni dalla sua prima in teatro. Un successo che Larson non ha mai potuto godersi. Il giorno precedente alla prima un’aneurisma all’aorta mette fine prematuramente alla sua vita.

Lin Manuel Miranda decide di celebrare la breve esistenza di questo grande compositore dedicandogli un biopic che trasforma in una sorta di racconto autobiografico, riprendendo a piene mani l’opera di Larson che dà il titolo anche al film. Un recital in cui il compositore racconta in musica i dieci anni precedenti della sua vita passati costantemente sulle montagne russe. Un giorno una gioia, un giorno una delusione. Un giorno l’amico ti dice di svegliarti, l’altro la tua ragazza ti molla. E poi arriva la grande occasione: presentare il lavoro ai produttori. Tutto bello, tutto emozionante, tutto convincente, pacche sulle spalle. Ma no, il rischio è troppo alto. Nessuno ti conosce, nessuno sa chi sei. Meglio lasciar perdere. E siamo punto e a capo: cosa fare, adesso?

Quella in cui si trova Larson a inizio anni ’90 è una situazione molto comune ai trentenni, di ieri e di oggi. Il tempo che avanza repentino costringe un’intera generazione a prendere una decisione su come proseguire la propria vita. I trent’anni danno il via a una lotta interiore tra il desiderio di perseguire i propri sogni e la necessità impellente di sbarcare il lunario.

Andrew Garfield

Un Andrew Garfield da premi

Si percepisce a più riprese nel corso del film la totale devozione che Lin-Manuel Miranda ha nei confronti di Jonathan Larson. Con Tick, Tick…Boom! il regista vuole mettere in scena una celebrazione della vita e invita chi sta ancora lì a crogiolarsi nell’amletico dubbio su cosa fare da grande – quando dentro si pensa già che il tempo è quasi del tutto esaurito – a non mollare la presa. A perseguire i propri sogni e a non smettere di credere che la tua passione può trasformarsi in professione.

Jonathan Larson in Tick, Tick…Boom! ha il corpo e soprattutto la voce di uno straordinario Andrew Garfield, mai così bravo, capace di esprimere al meglio le pulsioni creative e la vitalità – nonostante i tanti momenti no – di un talento troppo presto dimenticato. Una piacevole rivelazione anche dal punto di vista canoro. Non sarà una sorpresa se tra un paio di mesi ritroveremo Garfield tra i nominati come miglior attore nella stagione dei premi che contano.

Iscriviti al nostro canale Telegram per ricevere in anteprima tutti gli articoli di Ultima Razzia!


Tick, Tick…Boom!
regia:
Lin-Manuel Miranda
sceneggiatura: Steven Levenson
con: Andrew Garfield, Alexandra Shipp, Robin de Jesus, Vanessa Hudgens
durata: 121 minuti
uscita: dal 19 novembre su Netflix


Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni Ultima Razzia

Donazioni sidebar

Informazioni Personali

Totale Donazione: €100,00

Iscriviti al nostro canale Telegram

Telegram

Iscriviti ad Amazon Prime Video

Seguici su Instagram

Loading...

Seguici su Facebook

Ultimi articoli

Leggi anche...

The Tender Bar The Tender Bar

The Tender Bar, George Clooney ritrova un po’ del suo spirito al bancone del pub.

Amazon Prime Video

Macbeth, Joel Coen decanta la tragedia attraverso la teatralità metafisica

Cinema

Previsioni Miglior Attrice Oscar 2022 Previsioni Miglior Attrice Oscar 2022

Oscar 2022, le previsioni sulle nomination come Miglior Attrice

Cinema

Connect