fbpx
Connect with us
Daniil Medvedev tennis

Sport

All’ATP di Shanghai 2019 la next gen è già realtà

Il russo Daniil Medvedev supera Alexander Zverev e conquista il secondo Master 1000 consecutivo, dopo quello di Cincinnati della scorsa estate. Ottimo torneo anche per i nostri due azzurri che sono in piena corsa per le ATP Finals di Londra.

Tempo di lettura: 3 minuti

Daniil Medvedev non si ferma più e punta al numero 1

Sesta finale negli ultimi sei tornei, quarto titolo stagionale, nona vittoria consecutiva senza perdere neanche un set e da Washington ha un bilancio di 29 vittorie al fronte di solo tre sconfitte (contro Nadal e Kyrgios). Numeri pazzeschi che riflettono il periodo del russo che è definitivamente esploso durante l’estate.

Il moscovita è passato dal decimo posto in classifica fino al quarto. Nella race ha addirittura superato Roger Federer al terzo posto. Nell’intervista durante la premiazione Daniil non si è nascosto: “Il mio obiettivo principale è vincere ogni partita che gioco, ed è così che si diventa numeri uno, vincendo molte partite in serie come ho fatto io”.

La solidità sia sul campo sia dal punto di vista mentale sono i segreti che lo hanno portato all’esplosione definitiva. Il russo ha spiccato il volo e non vuole fermarsi. I Fab3 sono avvisati.

È arrivato il momento dei giovani?

Questa edizione del torneo di Shanghai verrà ricordata perché tutti i semifinalisti erano under 23. L’ultima volta che era soffiato un vento del genere in un Master 1000 era il 1999 (Lanpetti, Zabaleta, Rios e Moya i semifinalisti in quell’occasione) quando ancora si chiamavano ATP Super 9.

Zverev

Curioso anche il fatto che tutti e quattro i semifinalisti sono sopra il metro e novantatre, simbolo di un tennis più adatto ai big servers. Va detto che al via del torneo cinese non era presente Rafael Nadal, alle prese con un infiammazione al polso sinistro, ma gli altri due membri della premiata ditta dei Fab3 sono usciti ai quarti; Federer ha ceduto dopo una partita pazza a Zverev mentre Nole è stato eliminato dal greco Tsitsipas.

Il 2019 ha visto un cambio di passo di alcuni giovani rampanti. Se analizziamo momentaneamente la race vediamo che tra i primi otto la metà sono under 23 (gli stessi semifinalisti di Shanghai). Non sarà semplice togliere di mezzo quei tre ma qualcosa dietro di loro si sta muovendo.

ATP Finals 2019, che bagarre per gli ultimi due posti

Matteo Berrettini

Da questa settimana sono sei i giocatori già certi di un posto per le Finals di Londra. Stefanos Tsitsipas con la semifinale al Shanghai Masters si è guadagnato il debutto nell’ultimo torneo della stagione che vedrà impegnati i migliori otto tennisti della stagione. Sono ancora due i posti disponibili con solo tre settimane rimanenti. A contendersi la qualificazione sono, salvo sorprese, ben sette: Alexander Zverev, Matteo Berrettini, Roberto Bautista Agut, David Goffin, Fabio Fognini, Kei Nishikori e Gaël Monfils, in ordine di classifica. Molto difficile per Schwartzman, Isner e Kachanov (vincitore a Parigi-Bercy l’anno scorso) che avranno bisogno di un impresa per qualificarsi.

In corsa per un posto a Londra ci sono entrambe le stelle del tennis italiano. Grazie alla semifinale in terra cinese, Berrettini ha festeggiato il best ranking (numero 11) ed il primato tra gli azzurri, salendo all’ottava piazza nella race che virtualmente gli garantirebbe la qualificazione al master finale. Più difficile per il ligure che si trova in undicesima piazza (nella classifica stagionale) a 290 punti di distanza dall’ultimo posto disponibile.

Situazione insolita per il nostro tennis che solamente due volte nella storia ha piazzato un tennista alle Finals, Adriano Panatta nel 1975 e Corrado Barazzutti nel 1977, senza mai riuscire ad aggiudicarsi neanche un match. Fabio scenderà in campo questa settimana a Stoccolma così come Goffin e Monfils, entrambi disputeranno l’ATP di Anversa; mentre resteranno a riposo gli altri rivali. Ancora molto è in ballo visto che c’è ancora un massimo di 1750 punti disponibili e la sensazione è che solamente a Parigi capiremo chi volerà a Londra.

LA CLASSIFICA PER LE ATP FINALS

1° Rafael Nadal 9225 QUALIFICATO
2° Novak Djokovic 7945 QUALIFICATO
3° Daniil Medvedev 5875 QUALIFICATO
4° Roger Federer 5690 QUALIFICATO
5° Dominic Thiem 4525  QUALIFICATO
6° Stefanos Tsitsipas 3730  QUALIFICATO 
7° Alexander Zverev 2855  8° Matteo Berrettini 2545 

9° Roberto Bautista Agut 2485
10° David Goffin 2325 
11° Fabio Fognini 2235 
12° Kei Nishikori 2180 13° Gael Monfils 2170

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al nostro canale Telegram

Telegram

Seguici su Instagram

Loading...

Seguici su Facebook

Ultimi articoli

Leggi anche...

Back to black Back to black

Back to black – Recensione del film di Sam Taylor-Johnson su Amy Winehouse

Cinema

Connect