fbpx
Connect with us

Sport

Tutto quello che c’è da sapere sulla ripartenza della Serie A (e non solo)

Ecco quanto deciso nel summit tra FICG e il Ministro dello Sport prima, e nell’assemblea della Lega di Serie A, poi. Dal nuovo calendario al discusso format della Coppa Italia.

Serie A

Fumata bianca per l’atteso incontro tra il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, e le componenti della FICG. La Serie A ripartirà il 20 giugno. Ufficializzato anche il nuovo calendario completo.

Il calcio italiano ripartirà dalla Coppa Italia

Adesso è finalmente ufficiale: la Serie A ripartirà e lo farà sabato 20 giugno. La conference call tra il Ministro dello Sport e la Federcalcio è durata circa mezz’ora. Successivamente Spadafora si è confrontato con il premier Conte e ha annunciato la decisione di far ripartire il mondo del pallone. Tre mesi e mezzo dopo, di fatto, l’ultima partita giocata: ovvero quel Sassuolo-Brescia del 9 marzo.

Ad aprire le danze sarà la Coppa Italia. Il ministro ha dichiarato il volere di concludere la competizione entro il 20 giugno. Il 13 o il 14 si disputeranno le semifinali di ritorno, Napoli-Inter e Juventus-Milan e il 17 giugno andrebbe in scena la finale.

Coppa Italia

Una notizia che arriva solo poche ore dopo il via ufficiale della Premier League. Il campionato inglese ripartirà venerdì 17 giugno con Manchester City-Arsenal e Aston Villa-Sheffield United. 

Cosa ha deciso l’assemblea della Lega di Serie A

Oggi, venerdì 29 maggio, si è tenuto il consiglio di Lega, nel corso del quale è stato ufficializzato il nuovo calendario di Serie A. Saranno le semifinali di ritorno di Coppa Italia le prime due partite che verranno giocate alla ripresa. Si partirà con Juventus-Milan il 13 giugno, poi sarà il turno di Napoli-Inter il 14. Nel caso in cui l’Inter dovesse andare in finale (si parte però dall’1-0 degli azzurri a San Siro), la prima gara di campionato dei nerazzurri, il recupero contro la Samp, sarà disputato domenica 21 e non sabato 20.

20-21 giugno: 25° GIORNATA (recuperi)
Atalanta-Sassuolo
Inter-Sampdoria
Torino-Parma
Verona-Cagliari

22-24 giugno: 27° GIORNATA
Atalanta-Lazio
Bologna-Juventus
Fiorentina-Brescia
Genoa-Parma
Inter-Sassuolo
Lecce-Milan
Roma-Sampdoria
SPAL-Cagliari
Torino-Udinese
Verona-Napoli

27-28 giugno: 28° GIORNATA
Brescia-Genoa
Cagliari-Torino
Juventus-Lecce
Lazio-Fiorentina
Milan-Roma
Napoli-SPAL
Parma-Inter
Sampdoria-Bologna
Sassuolo-Verona
Udinese-Atalanta

30 giugno-1 luglio: 29° GIORNATA
Atalanta-Napoli
Bologna-Cagliari
Fiorentina-Sassuolo
Genoa-Juventus
Inter-Brescia
Lecce-Sampdoria
Roma-Udinese
SPAL-Milan
Torino-Lazio
Verona-Parma

4-5 luglio: 30° GIORNATA
Brescia-Verona
Cagliari-Atalanta
Inter-Bologna
Juventus-Torino
Lazio-Milan
Napoli-Roma
Parma-Fiorentina
Sampdoria-SPAL
Sassuolo-Lecce
Udinese-Genoa

7-8 luglio: 31° GIORNATA
Atalanta-Sampdoria
Bologna-Sassuolo
Fiorentina-Cagliari
Genoa-Napoli
Lecce-Lazio
Milan-Juventus
Roma-Parma
SPAL-Udinese
Torino-Brescia
Verona-Inter

11-12 luglio: 32° GIORNATA
Brescia-Roma
Cagliari-Lecce
Fiorentina-Verona
Genoa-SPAL
Inter-Torino
Juventus-Atalanta
Lazio-Sassuolo
Napoli-Milan
Parma-Bologna
Udinese-Sampdoria

14-15 luglio: 33° GIORNATA
Atalanta-Brescia
Bologna-Napoli
Lecce-Fiorentina
Milan-Parma
Roma-Verona
Sampdoria-Cagliari
Sassuolo-Juventus
SPAL-Inter
Torino-Genoa
Udinese-Lazio

18-19 luglio: 34° GIORNATA
Brescia-SPAL
Cagliari-Sassuolo
Fiorentina-Torino
Genoa-Lecce
Juventus-Lazio
Milan-Bologna
Napoli-Udinese
Parma-Sampdoria
Roma-Inter
Verona-Atalanta

21-22 luglio: 35° GIORNATA
Atalanta-Bologna
Inter-Fiorentina
Lazio-Cagliari
Lecce-Brescia
Parma-Napoli
Sampdoria-Genoa
Sassuolo-Milan
SPAL-Roma
Torino-Verona
Udinese-Juventus

25-26 luglio: 36° GIORNATA
Bologna-Lecce
Brescia-Parma
Cagliari-Udinese
Genoa-Inter
Juventus-Sampdoria
Milan-Atalanta
Napoli-Sassuolo
Roma-Fiorentina
SPAL-Torino
Verona-Lazio

28-29 luglio: 37° GIORNATA
Cagliari-Juventus
Fiorentina-Bologna
Inter-Napoli
Lazio-Brescia
Parma-Atalanta
Sampdoria-Milan
Sassuolo-Genoa
Torino-Roma
Udinese-Lecce
Verona-SPAL

1-2 agosto: 38° GIORNATA
Atalanta-Inter
Bologna-Torino
Brescia-Sampdoria
Genoa-Verona
Juventus-Roma
Lecce-Parma
Milan-Cagliari
Napoli-Lazio
Sassuolo-Udinese
SPAL-Fiorentina

Le dichiarazioni dei protagonisti

Il primo a parlare è stato proprio il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora: “La riunione è stata molto utile, ora l’Italia sta ripartendo ed è giusto che riparta anche il calcio. Oggi era arrivato l’ok del Cts al protocollo Figc, che confermava l’obbligo della quarantena fiduciaria in caso di positività di un giocatore e assicurava che il percorso dei tamponi dei calciatori non potrà ledere il percorso dei tamponi degli italiani. Se la curva dei contagi muterà e il campionato sarà costretto a fermarsi di nuovo, la Figc mi ha assicurato l’esistenza un piano B, i playoff, e di un piano C, la cristallizzazione della classifica. Alla luce di tutto questo possiamo dire che il campionato riprenderà il 20 giugno. C’è poi la possibilità che il 13 e il 17 si possano disputare le semifinali e la finale di Coppa Italia“.

Vincenzo Spadafora

Soddisfazione da parte del presidente della FIGC, Gabriele Gravina: La ripartenza del calcio rappresenta un messaggio di speranza per tutto il Paese. Sono felice e soddisfatto, è un successo che condivido col Ministro Spadafora e con tutte le componenti federali. È un progetto di serietà che coinvolge tutto il mondo del calcio professionistico, Serie A, B e C. E mi auspico anche il calcio femminile

Juventus, Inter e Milan contrari al nuovo format della Coppa Italia

La scelta di ripartire con le semifinali di ritorno di Coppa Italia (Juve-Milan e Napoli-Inter) e la finale nel periodo compreso fra il 13 e il 17 giugno ha fatto infuriare Juventus, Milan e Inter: in particolare i nerazzurri considerando sconcertante questa decisione e studiano una provocazione: scendere in campo con la squadra primavera a Napoli in Coppa Italia.

Il Cts promuove il protocollo ma resta la quarantena per tutti

Il comitato tecnico scientifico della Protezione civile ha dato parere positivo al protocollo gare della Federcalcio per la ripartenza dopo l’emergenza coronavirus. Apprezzamento per la puntualità di dettaglio nell’analisi di molti aspetti è stato espresso dal CTS, che ha però ribadito come “le norme attualmente in vigore prevedano chiare disposizioni” a proposito “della quarantena di un soggetto positivo” e quella conseguentemente precauzionale di tutto il resto del gruppo-squadra. Dunque, in caso di un positivo al COVID-19, resta l’obbligo di quarantena per tutti.

Spadafora ha annunciato anche che la FIGC ha già preparato un piano B e C nel caso in cui il numero dei contagi in tutto il paese dovessero tornare a salire. Il piano B consiste nella disputa di play off e play out per definire le posizioni in classifica. Invece l’attuazione del piano C porterebbe alla cristallizzazione della classifica.

Via libera anche a Serie B e Serie C

Oltre alla Serie A, dalla riunione è passato il via libera per la conclusione anche dei campionati di Serie B e Serie C, con le classiche formule previste a inizio stagione: quindi play-off e play-out.
Anche la Serie B ripartirà sabato 20 giugno con la 29esima giornata. Il campionato dovrà terminare entro il primo agosto, con l’inizio dei playoff dopo pochi giorni. Il 4 e 5 partiranno i playoff con i turni preliminari, l’8 e il 9 le semifinali d’andata, 11 e 12 il ritorno. La finale d’andata è fissata per il 16 agosto e quella di ritorno quattro giorni più tardi: il 20. I playout invece si svolgeranno il 7 e il 13 agosto.

Il 4 giugno si deciderà il destino della Serie C e a stabilirlo sarà il prossimo Consiglio Federale in programma. Molte società, comunque, si sono già espresse a riguardo sottolineando l’insostenibilità delle misure e chiederanno e chiedono la chiusura della stagione regolare.

Ti potrebbe interessare: Chi era favorevole e chi era contrario alla ripresa del campionato di calcio

Lascia il tuo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Leggi anche...

Vittorio Gassman, l’attore poliedrico per eccellenza

Cinema

Paul Thomas Anderson Paul Thomas Anderson

I primi cinquant’anni di Paul Thomas Anderson

Cinema

Dark Dark

Perché Dark è una serie che andrebbe assolutamente recuperata

Serie Tv

Francesca Schiavone Francesca Schiavone

Francesca Schiavone, 40 anni da leonessa

Sport

Connect