fbpx
Connect with us
Lashana Lynch nel nuovo film di James Bond "No Time To Die"

Cinema

Perché James Bond non sarà mai una donna

Molte testate giornalistiche hanno riportato la notizia che il prossimo agente 007 sarà una donna. Ma è la verità? Non proprio.

Se uno volesse dare un sottotitolo a questo articolo, potrebbe scegliere il seguente: “o come ti ribalto una notizia”. Sì, perché da un po’ di tempo a questa parte, sul web proliferano determinati tipi di articoli con titoli fuorvianti, che i più esperti chiamano clickbait. Lo scopo è quello di creare un titolo ad arte – molte volte ingigantito, molte volte ambiguo, tante altre completamente falso – affinché l’utente clicchi su quell’articolo con lo scopo di generare traffico al sito e, di conseguenza, macinare incassi pubblicitari.

Ieri, giovedì 5 novembre 2020, circolava sui social una notizia riportata dalle principali testate giornalistiche italiane, il cui titolo era pressoché uguale per tutti e recitava così: “Il nuovo 007 sarà una donna”.
E’ ormai noto ai più che il nuovo film su James Bond, No Time to Die, è andato incontro già a due slittamenti: programmato per la primavera del 2020, è stato rinviato al novembre dello stesso mese. La pandemia, però, non ha dato tregua e la MGM, la storica casa di produzione della saga dell’agente a servizio di Sua Maestà, ha pensato che fosse più opportuno far slittare nuovamente l’uscita alla primavera del 2021, a un anno esatto di distanza dalla prima data prevista. In ogni caso una cosa è certa: il prossimo James Bond non sarà una donna.

Lashana Lynch nel nuovo film di James Bond "No Time To Die"

Da dove nasce, quindi, questa notizia, peraltro non particolarmente nuova? Da un’intervista rilasciata dall’attrice Lashana Lynch, nel cast del nuovo film, al magazine americano Harper’s Bazar un paio di giorni fa. Leggendo l’intervista, non si trova un virgolettato in cui la Lynch ammette di essere stata scelta come nuovo agente 007 anche per i prossimi film in programma. Ci sono invece diverse risposte in cui l’attrice racconta del rapporto che lega il suo personaggio a quello interpretato da Daniel Craig e dove parla degli attacchi ricevuti dagli haters del web per il colore della sua pelle (l’attrice è di origini afroamericane).

La Lynch in No Time to Die ricopre il ruolo di Nomi, un’agente dell’MI6 che – lo vediamo anche nell’ultimo trailer rilasciato – riceve in consegna da Bond il codice 007. Sufficiente per dichiararla la nuova agente 007 per il prosieguo della saga? No. Ci sono buone probabilità – se non la matematica certezza – che al termine del film James Bond si riprenda anche il codice e che il personaggio continui ad essere interpretato da una figura maschile. In tal caso sono eloquenti le parole pronunciate più volte dalla produttrice del film Barbara Broccoli nel corso degli ultimi mesi e che riportiamo qui di seguito:

“Bond è un uomo, è un personaggio maschile. È nato nei romanzi come personaggio maschile e credo proprio che resterà tale”. E ancora: “può avere qualunque colore della pelle, ma è un uomo. Credo che dovremmo creare nuovi personaggi personaggi femminili forti, ma non sono particolarmente interessata a prendere un personaggio maschile e a farlo interpretare da una donna. Penso che le donne siano molto più interessanti di così.”

Lashana Lynch nel nuovo film di James Bond "No Time To Die"

Da Barbara Broccoli passa qualsiasi decisione relativa al marchio James Bond. E’ lei ad aver comunicato che Danny Boyle non sarebbe stato il regista del venticinquesimo film della saga; sempre lei a comunicare il nome del nuovo regista, Cary Fukunaga; ancora lei a convincere il riluttante Daniel Craig a indossare per un’ultima (?) volta lo smoking dell’agente segreto più famoso della storia del cinema. E sarà lei, eventualmente, a comunicare al mondo che ha cambiato idea e che sì, la saga continuerà con uno 007 donna.

Ti potrebbe interessare anche: Il suo nome era Connery, Sean Connery

Seguici su Facebook, Twitter e Instagram!

Lascia il tuo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Sostieni Ultima Razzia

Donazioni sidebar

Informazioni Personali

Totale Donazione: €100,00

Seguici su Facebook

Iscriviti ad Amazon Prime Video

Scarica l’app Immuni

Immuni

Leggi anche...

David Lynch David Lynch

David Lynch a lavoro su una miniserie Netflix dal titolo “Wisteria”

Netflix

L'age d'or L'age d'or

L’âge d’or: l’inno alla libertà di Luis Buñuel

Anniversari

Poetry Poetry

Poetry: la vita poetica declamata da Lee Chang-dong

Anniversari

Netflix Oscar Netflix Oscar

Netflix ai prossimi Oscar potrebbe fare la storia

Netflix

Connect