fbpx
Connect with us
L'uomo delle castagne serie tv Netflix

Netflix

L’uomo delle castagne, un racconto come nelle migliori detective story

“L’uomo delle castagne”, su Netflix, è una miniserie che riesce a tenere alta la soglia d’attenzione dello spettatore.

Tempo di lettura: 3 minuti

Disponibile dal 29 settembre 2021 su Netflix, la miniserie L’Uomo delle castagne è un prodotto imperdibile per gli amanti del genere crime. Niente di nuovo e originale, sia chiaro, i cliché del genere ci sono tutti e ben riconoscibili. Eppure ha dalla sua l’aver saputo giocare bene le sue carte e sfruttato l’atmosfera scandinava nel migliore dei modi, ponendo sullo sfondo una Copenaghen lugubre e plumbea, al limite della claustrofobia. L’uomo delle castagne è tratto dall’omonimo romanzo d’esordio di Søren Sveistrup, già sceneggiatore della serie The Killing, che va ad affiancarsi così ai numerosi scrittori giallisti del Nord Europa già considerati maestri del genere.

Una scia di sangue nel cuore dell’Europa

Copenaghen. Un serial killer terrorizza la città uccidendo e mutilando delle donne. Inoltre, l’omicida lascia sul luogo del delitto una firma inequivocabile, un omino fatto di castagne. Naia Thulin e Mark Hess sono i due agenti incaricati delle indagini: lei è una detective con il desiderio di lasciare l’attuale lavoro per un altro, meno impegnativo, che le permetta di seguire con più dedizione la figlia; lui è un ex agente dell’Europol sotto inchiesta, arrivato in Danimarca in attesa che decidano la sua sorte. Di pari passo all’indagine principale, l’ombra del passato ritorna e la scomparsa e il presunto omicidio di Kristina Hartung, figlia del Ministro degli Affari Sociali, non sembra essere un capitolo chiuso.

l'uomo delle castagne miniserie netflix
Una scena tratta da L’uomo delle castagne (2021)

Ritmo e tensione in una Copenaghen opprimente

Come già anticipato, la Scandinavia non è nuova al genere crime. Negli ultimi anni numerosi romanzi nord europei hanno monopolizzato la letteratura di genere e il cinema ha colto al volo l’occasione di adattarne alcuni. Ecco apparire quindi la trilogia Millennium di Stieg Larsson e L’uomo di neve di Jo Nesbø. Un elemento fondamentale del loro successo, innegabile, è l’atmosfera naturale data dai paesaggi nord europei. In questa miniserie è Copenaghen l’ambientazione scelta, grigia e sinistra a tal punto da creare una cappa soffocante entro la quale i personaggi agiscono. Nonostante ciò, il dinamismo della regia permette un importante varietà d’ambienti: da ampi spazi aperti con panoramiche dall’alto a luoghi angusti in cui dimorano i segreti più oscuri nonché indizi fondamentali per Thulin ed Hess.

L'uomo delle castagne thulin hess
Un scena tratta da L’uomo delle castagne (2021)

L’uomo delle castagne, un poliziesco ideale

L’uomo delle castagne è una miniserie che riesce a tenere alta la soglia d’attenzione dello spettatore. Sei episodi ben riusciti con annesso colpo di scena che, per i più “allenati”, è già intuibile prima del finale, ma non per questo meno godibile. Inoltre, l’attenzione data alla vita privata dei protagonisti che si intreccia con lo svolgimento delle indagini rende la storia ancor più interessante e multidimensionale. L’uomo delle castagne ha avuto la “sfortuna” di essere rilasciato su Netflix in un periodo dove altre serie (leggasi Squid Game), stanno monopolizzando la piattaforma. Merita, però, la visione. Anche se la struttura portante non brilla in quanto ad originalità, è di pregevole fattura sotto tutti gli aspetti, da quello narrativo a quello tecnico e stilistico.

Leggi anche: Midnight Mass, l’egoismo dell’uomo al servizio di Dio

Iscriviti al nostro canale Telegram per ricevere in anteprima tutti gli articoli di Ultima Razzia!

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni Ultima Razzia

Donazioni sidebar

Informazioni Personali

Totale Donazione: €100,00

Iscriviti al nostro canale Telegram

Telegram

Iscriviti ad Amazon Prime Video

Seguici su Instagram

Loading...

Seguici su Facebook

Ultimi articoli

Leggi anche...

Adam Driver e Marion Cotillard in Annette Adam Driver e Marion Cotillard in Annette

Annette di Leos Carax, perché vederlo sarà una terapia sentimentale

Cinema

The Beatles Get Back The Beatles Get Back

The Beatles – Get Back, Il talento di un uomo in tre minuti

Serie Tv

L’illusione del benessere: Il posto di Ermanno Olmi

Anniversari

Connect