fbpx
Connect with us

Sport

Juve e Inter si danno alla fuga mentre il Napoli cade nel baratro

Ecco quanto accaduto nella dodicesima giornata di Serie A: dal gesto polemico di CR7, al Cagliari in formato Champions, passando per la situazione in casa Napoli.

Cristinao Ronaldo Serie A

Il gesto di Ronaldo

Nel posticipo di domenica sera tra Juventus e Milan, al minuto 55 e sul punteggio fermo sullo 0 a 0, Cristiano Ronaldo è stato sostituito, dopo una prova opaca, dall’argentino Paulo Dybala, autore poi del gol decisivo. Per la seconda volta consecutiva il portoghese ha lasciato il campo anzitempo e per la prima volta, con la Juventus, lo ha fatto nei primi 55 minuti di gioco. A far discutere non è soltanto il periodo deludente e la condizione fisica non delle migliori, ma la sceneggiata vista al momento della sua uscita dal campo. L’ex Real Madrid al momento del cambio ha pronunciato qualcosa a Maurizio Sarri e si è indirizzato verso gli spogliatoi senza sedersi in panchina con i compagni come consuetudine. Il tecnico toscano non si è detto preoccupato della reazione del numero 7. La palla adesso passa alla società, da sempre capace di gestire queste situazioni nel migliore dei modi. A pesare però è il precedente di Bonucci che, dopo un litigio con Allegri, dopo la sostituzione con il Palermo, venne mandato in tribuna (sul “famoso” sgabello) nella partita successiva col Porto. Nulla è da escludere perché, come spesso afferma Agnelli, la Juventus viene prima di tutto.

I capolavori di Barella e Dybala lanciano la fuga

Due gol, due capolavori, due squadre in testa; questo ci lascia la dodicesima giornata di Serie A. Juventus e Inter continuano la propria marcia grazie a due vittorie tirate, sofferte e di misura che scavano ancora di più il solco tra queste due e il resto del gruppo. I bianconeri sono in testa a quota 32 e con un solo punto di vantaggio sui nerazzurri; i più immediati inseguitori sono Lazio e il sorprendente Cagliari, distanti sette punti dal secondo posto. Al momento i ragazzi di Antonio Conte sono gli unici ad aver tenuto il passo dei campioni d’Italia. Il campionato è ancora molto lungo ma il solco scavato potrebbe rivelarsi già decisivo.

Barella Inter

La situazione compromessa del Napoli

La grande delusione di questo campionato (insieme al Milan) è senz’altro il Napoli. A gravare sulla situazione già complicata ci hanno pensato i fatti avvenuti in settimana, con i calciatori che hanno rifiutato il ritiro imposto dalla società. Una decisione forte che ha scatenato l’ira dei tifosi creando un clima pesante che si è mostrato nei fischi di un San Paolo semideserto dopo il pareggio a reti bianche contro il Genoa. Una squadra in crisi totale, di gioco e di risultati che si trova in settima posizione a 13 punti dalla vetta. Al rientro dalla sosta affronteranno il Milan a San Siro e poi il Liverpool ad Anfield.

Dove può arrivare questo Cagliari?

Cinque gol alla Fiorentina, decimo risultato utile consecutivo e terzo posto a pari punti con la Lazio. Un momento da sogno per il Cagliari ed i suoi tifosi che con un ritmo da champions possono davvero sognare. I rossoblu guidati da uno strepitoso Radja Nainggolan, tornato in Sardegna in estate in prestito dall’Inter (chissà se Conte si starà pentendo), protagonista di una rete strepitosa e di tre assist. Rolando Maran, tecnico dei sardi, ha affermato che la sua squadra ha ancora ampi margini di miglioramento. La domanda sorge spontanea: dove può arrivare questo Cagliari?

Cagliari esultanza

La stanchezza di Atalanta e Fiorentina 

I bergamaschi sono stati fermati sullo 0-0 dalla Sampdoria dopo una prestazione molle e affannosa. In settimana era arrivato il primo punto in Champions per la Dea contro il City di Guardiola. Il doppio impegno inizia a farsi sentire nelle gambe ma sopratutto nella testa dei calciatori che al rientro dalla sosta ospiteranno la Juventus. La sosta arriva al momento giusto anche per la Fiorentina che ha centrato una sola vittoria nelle ultime cinque giornate e dopo la pausa per le nazionali ritroverà Ribery. I viola hanno subito una dura lezione alla Sardegna Arena e hanno bisogno di ripartire magari ritrovando i giusti equilibri e il vero Chiesa.

Lascia il tuo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche...

Vittorio Gassman e Stefania Sandrelli Vittorio Gassman e Stefania Sandrelli

C’eravamo tanto amati, tra ricordi e rimpianti

Cinema

Totò e Peppino De Filippo Totò e Peppino De Filippo

Totò, Peppino e… i ricordi di una vecchia ossessione

Cinema

Libertà Libertà

Il coronavirus ci ha insegnato di nuovo il significato di libertà

Attualità

Federica Brignone Federica Brignone

Lo sport prima del Coronavirus: cosa è accaduto in questo 2020

Sport

Connect