fbpx
Connect with us

Sport

Juve e Inter, il testa a testa continua anche nel 2020

Partono forte le prime tre delle classe che conquistano i 3 punti grazie ai loro bomber. L’Atalanta mette a segno un altra goleada mentre viene rimandato il Milan di Ibra. Ecco i cinque punti della 18esima giornata di Serie A.

Cristiano Ronaldo Juve

La Juve riparte con un poker e con un super CR7

La Juve cancella subito il ricordo della Supercoppa persa contro la Lazio e inzia il 2019 nel migliore dei modi, grazie al 4-0 con cui ha superato il Cagliari. Prestazione dominante di Cristiano Ronaldo che mette a segno la sua prima tripletta “italiana” e si dimostra pimpante e carico per un 2020 da protagonista. Una gran bella notizia per Maurizio Sarri che già dai prossimi mesi si giocherà tanto. Domenica prossima, infatti, i bianconeri affronteranno la Roma di Fonseca all’Olimpico.

La coppia Lu-La sfata il tabu San Paolo e mette pressione alla Juve

Poche ore dopo la vittoria roboante della Juventus è arrivata la risposta dell’Inter, che dopo quasi 23 anni (ottobre 1997) espugna il San Paolo per 3-1. Il Napoli di questa stagione è ben lontano da quello osservato nelle scorse stagioni ma la prestazione dei nerazzurri non va di certo sottovalutata. Ancora una volta a prendersi la copertina sono stati i due bomber di Antonio Conte, Lukaku e Martinez (capaci di mettere a segno già 30 gol in due). Dopo 18 giornate i milanesi si trovano a 45 punti, a pari punti con la Juventus che non avrà vita facile quest’anno.

Lukaku

La Lazio da record di Inzaghi e Immobile

Nella lotta per lo scudetto non bisogna dimenticare nemmeno la Lazio. I biancocelesti si trovano in terza posizione a 6 punti di distacco dalla vetta (ma con una partita da recuperare). I ragazzi di mister Inzaghi dopo aver conquistato la Supercoppa Italiana, hanno aperto il 2020 con la nona vittoria consecutiva contro il Brescia, grazie ad una rete di Immobile nel finale. Una stagione da sogno sia per il tecnico piacentino, che domenica ha raggiunto il record di Eriksson (stagione 1998/99), e per Ciro Immobile, che con la sua doppietta ha raggiunto i 19 gol in sole 17 partite (segnando più reti del Milan). Fino a dove può arrivare questa Lazio?

Anno nuovo, vecchia Atalanta 

Il 2019 magico della Dea si era chiuso con un sorprendente 5-0 sul Milan. I nerazzurri hanno replicato anche nella prima del 2020, rifilando 5 reti al Parma. I ragazzi di Gasperini continuano a segnare e a far divertire i propri tifosi senza porsi limiti. Nei 5 campionati principali, solo Manchester City e Lipsia hanno segnato di più. Sabato prossimo affronteranno l’Inter a San Siro, in una sfida pronta a regalarci grande spettacolo.

Ibrahimovic

Non basta l’effetto Ibra a salvare il Milan

Nemmeno il debutto di Zlatan Ibrahimovic è riuscito a risolvere il match contro la Sampdoria. Entrato a gara in corso, lo svedese ha riportato l’entusiasmo tra i tifosi rossoneri, che però si sono dovuti accontentare dell’ennesima prestazione scialba di una stagione da dimenticare. Dodicesimo posto a 13 punti dalla zona Champions (l’obiettivo ad inizio stagione). Basterà l’innesto di Ibra per riportare i rossoneri nelle posizioni che contano?

Lascia il tuo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Leggi anche...

Oscar Parasite Oscar Parasite

Cosa significa l’Oscar a Parasite

Cinema

Una scena tratta da Gli anni più belli Una scena tratta da Gli anni più belli

Gli anni più belli, i cinquantenni disillusi (ma umani) di Gabriele Muccino

Cinema

Colin Firth Colin Firth

A Single Man. Quando la vita deve continuare

Cinema

Slim Pickens ne Il dottor Stranamore Slim Pickens ne Il dottor Stranamore

Il dottor Stranamore: come ridere del massacro

Cinema

Connect