fbpx
Connect with us

Sport

La guida completa alla ripresa della Serie A

Dopo il trionfo del Napoli in Coppa Italia è già tempo di pensare alla ripartenza della Serie A.

Serie A

Il calcio italiano è ripartito col trionfo del Napoli in Coppa Italia, primo trofeo italiano del post Covid-19. Adesso però è già tempo di pensare alla ripartenza della Serie A. Questo weekend verranno recuperate le 4 partite non disputate della 25esima giornata. Sabato 20 andrà in scena Torino-Parma (19:30) e Hellas Verona-Cagliari (21:45). Domenica sarà il turno di Atalanta-Sassuolo (19:30) e Inter-Sampdoria (21:45). Da lunedì ripartirà il calendario regolare. 

Come cambia il calcio?

Il calcio ripartirà ma sarà ben diverso da quello a cui eravamo abituati. Il virus ha, per forza di cose, portato ad alcune modifiche in modo da salvaguardare la salute degli addetti ai lavori (calciatori, staff ecc..) e scongiurare la risalita dei contagi.

Abbiamo avuto l’opportunità di scoprire il nuovo calcio già dalle partite di Coppa giocate in questi giorni. Tutte le partite si svolgeranno a porte chiuse, anche se si sta studiano una formula per portare di nuovo una piccolo parte di pubblico allo stadio. Per questo motivo il fattore campo si dovrebbe annullare o limitare. Gli allenatori avranno a disposizione ben 5 sostituzioni (due in più di prima), in modo tale da limitare gli infortuni. Visto che si giocherà in estate verranno modificati gli orari: le partite prenderanno il via alle 17:15 (solamente nel weekend), 19:30 o alle 21:45.

Serie A in chiaro?

Purtroppo no. Nonostante le dichiarazioni del Ministro dello Sport e l’apertura di Sky e Dazn, nessuna partita sarà trasmessa in chiaro. L’unica novità riguarderà gli highlights. La Rai potrà trasmettere alle 21.30 (Mediaset dalle 23.30) le sintesi delle gare di Serie A giocate alle 19.30 e alle 23.45 (come Mediaset) quelli dei match delle 21.45. Questo per l’intervento dell’Antirtust, che ha sottolineato come l’iniziativa sarebbe andata contro i contratti esistenti e la Legge Melandri.

Le partite da non perdere

Atalanta-Lazio 24/6 ore 21:45 (Sky)

Milan-Roma 28/6 ore 17:15 (Dazn)

Atalanta-Napoli 2/7 ore 19:30 (Dazn)

Juventus-Torino 4/7 ore 17:15 (Sky)

Milan-Juventus 7/7 ore 21:45 (Dazn)

Juventus-Atalanta 11/7 ore 21:45 (Dazn)

Milan-Napoli 12/7 ore 21:45 (Sky)

Roma-Inter 19/7 ore 21:45 (Sky)

Juventus-Lazio 20/7 ore 21:45 (Sky)

Inter-Fiorentina 22/7 ore 21:45 (Sky)

Cosa accade in caso di nuovo stop?

In caso di nuovo aumento dei casi oppure di numerosi calciatori positivi al Covid-19, il governo e la FIGC potrebbero optare per il nuovo stop del campionato. In caso di stop prima della ripartenza, ovvero domani 20 giugno (molto improbabile), e non fosse possibile trovare una nuova data, la classifica verrebbe congelata in base all’algoritmo ma non si assegnerebbe il titolo. Se invece lo stop arrivasse dopo la ripresa del campionato a quel punto si dovrebbe optare per il piano B; la disputa di playoff scudetto e di playout per decidere le retrocesse (ancora non è stato deciso il numero di squadre che dovrebbero prendervi parte). In caso non fosse possibile tornare a giocare, neanche per poche partite, scatterebbe l’opzione C; l’algoritmo servirà per stabilire la classifica finale.

La classifica in caso di applicazione dell’algoritmo

1. JUVENTUS91,2
2. LAZIO90,8
3. INTER81,4
4. ATALANTA75,4
5. ROMA65,5
6. NAPOLI55,7
18. LECCE**32,4
19. SPAL**22,7
20. BRESCIA**18,9

Cosa succede se un calciatore risulta positivo al Covid-19? Come funziona il protocollo sanitario?

Nelle scorse ore il Comitato Tecnico Scientifico ha approvato la quarantena soft, adottando il solito modello della Bundesliga. In caso di positività di un calciatore al Covid-19 non scatterà la quarantena per l’intera squadra, ma andrà in isolamento solo il giocatore contagiato. Per tutti gli altri ci sarà un tampone a risposta rapida il giorno della prima partita successiva al rilevamento di un contagio. Scongiurato il rischio di sospensione del campionato al primo calciatore contagiato.

Ecco i principali passaggi del protocollo.

  • I centri sportivi dovranno essere bonificati. Il trattamento avviene con la distribuzione di un prodotto disinfettante che serve a eliminare germi, batteri, funghi e virus.
  • Ogni società dovrà individuare un “gruppo squadra” composto dagli atleti e dal personale ritenuto indispensabile come tecnici, medici, fisioterapisti, massaggiatori, accompagnatori, magazzinieri e cuochi.
  • Quando il gruppo-squadra sarà completamente “negativizzato” può iniziare il ritiro sul modello estivo nei centri sportivi che hanno tutti i confort (campi, foresteria, palestra, ristorante). Chi non li ha (9 club su 20 solo in A) dovrà trovare un’altra struttura per garantire l’isolamento. L’obiettivo è mettere il calcio in una bolla: zero contatti con il mondo esterno. 
  • In modo scaglionato i calciatori dovranno accedere alle aree comuni, come lo spogliatoio e il ristorante. Soddisfati i medici sociali delle società di calcio, che avevano contestato le prime bozze.
  • Costante valutazione clinica, da parte del Responsabile Sanitario/Medico Sociale/Medico di Squadra o Medico Competente, e controllo giornaliero della temperatura e degli altri sintomi (il rialzo febbrile non è sempre presente). I Medici suddetti dovranno dare indicazioni a tutti i componenti del gruppo sui comportamenti da adottare (spogliatoio, sala massaggi, riunione tecnica, sala pranzo, etc.).

Cosa accade in Serie B e in Lega Pro?

Il campionato di Serie B è già ripartito. Mercoledì è andato in scena Ascoli-Cremonese, recupero della 25esima giornata. Questo weekend ripartirà regolarmente e la stagione che si concluderà dopo 10 giornate con i playoff (dal 4 al 20 agosto) e con i playout (dal 7 al 14 agosto). Discorso diverso per la Serie C, che vedrà la disputa solo dei playoff (al via dall’1 luglio) e dei playout (27-30 giugno). Già sicure della promozione in cadetteria: Reggina, Monza e Vicenza. Discorso inverso per Rimini, Gozzano e Rieti, già sicure di scendere in Serie D.

La situazione playoff/playout

PLAYOFF

Girone A

Alessandria-Juventus U23* (in caso di vittoria della Coppa Italia da parte della Juve l’Alessandria avanzerebbe al turno successivo)

Siena-Arezzo* (Siena al turno successivo)

Novara-Albinoleffe 

Girone B

Padova-Sambenedettese

Feralpisalò-Modena* (Feralpisalò al turno successivo)

Piacenza-Triestina* (Triestina al turno successivo)

Girone C

Ternana*-Avellino 

Catania-Virtus Francavilla

Catanzaro-Teramo

*in caso di vittoria della Coppa Italia da parte della Ternana questi sarebbero gli accoppiamenti: 

Catania-Vibonese* (Catania al turno successivo)

Catanzaro-Avellino

Teramo-Virtus Francavilla

Date: 

Primo Turno –  mercoledì 1 luglio 2020 

Secondo Turno – domenica 5 luglio 2020 

Fase Nazionale:

Primo Turno – giovedì 9 luglio 2020 

Secondo Turno – lunedì 13 luglio 2020 

Final four:

Semifinali – venerdì 17 luglio 2020 

Finale – mercoledì 22 luglio 

PLAYOUT (27 giugno l’andata e ritorno il 30 giugno)

Pianese-Pergolettese

Olbia-Giana Erminio

Arzignano-Valchiampo-Imolese

Fano-Ravenna

Rende-Picerno 

Bisceglie-Sicula Leonzio 

Lascia il tuo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Leggi anche...

Vittorio Gassman, l’attore poliedrico per eccellenza

Cinema

Paul Thomas Anderson Paul Thomas Anderson

I primi cinquant’anni di Paul Thomas Anderson

Cinema

Dark Dark

Perché Dark è una serie che andrebbe assolutamente recuperata

Serie Tv

Francesca Schiavone Francesca Schiavone

Francesca Schiavone, 40 anni da leonessa

Sport

Connect