fbpx
I nostri social
Cosmic Sin

Amazon Prime Video

Cosmic Sin, il nuovo film con Bruce Willis è un vero flop

Cosmic Sin è il nuovo film di Edward Drake sugli alieni con Bruce Willis disponibile su Prime video dal 14 aprile: un autentico disastro.

Tempo di lettura: 3 minuti

Cosmic Sin, il nuovo film con Bruce Willis disponibile su Amazon Prime Video dal 14 aprile, è probabilmente uno dei peggiori film sugli alieni che sia mai stato prodotto nella storia del cinema. Diretto da Edward Drake il film è ambientato nel futuro. Ma già a partire dalla data in cui si svolge la storia, il 2524, viene subito qualche sospetto che sia tutto buttato lì, come capita. E ne abbiamo immediatamente la conferma, a partire dagli scenari che non ci trasportano affatto in un mondo futuristico. Piuttosto, direi che secondo gli sceneggiatori in più di 400 anni l’umanità non si sia evoluta per nulla. Le armi utilizzate, i bar dove i personaggi si ritrovano alla fine del film e la tecnologia adottata sono praticamente gli stessi di quelli di adesso (anzi, la presenza di un jukebox non riesco tuttora a spiegarmela). Anche i pianeti tra i quali si muovono i protagonisti si trovano a distanze palesemente inventate, e i numeri sono scelti come se un gatto fosse salito sulla tastiera degli sceneggiatori e abbia premuto tasti a caso.

Una trama banale e con molti vuoti

La trama di Cosmic Sin inizialmente è abbastanza semplice, e non c’è alcuna speranza che migliori o che serbi dei colpi di scena. La storia parla di alcuni soldati comandati dal generale Eron Ryle (interpretato da Frank Grillo), una dottoressa (Perrey Reeves) e un ingegnere donna (Adelaide Kane) che sono chiamati a scongiurare un attacco alieno alla terra. Per questo motivo chiedono aiuto al defenestrato “generale sanguinario”, James Ford, interpretato da un ormai rassegnato Bruce Willis.

Bruce Willis in una scena di Cosmic Sin

Fondamentalmente il suo personaggio non ha alcun ruolo all’interno del film. Nonostante inizialmente ci aspetteremmo un comando da parte sua brillante e coraggioso, magari in extremis, che salvi la Terra eroicamente, nulla. Tocca sorbirci una serie di brevi e scollegate massime di saggezza sparse qua e là per tutta la durata del film, che pare non finire mai. Il livello di recitazione degli attori è molto scarso. Le espressioni facciali sono ridotte al minimo indispensabile, e il doppiaggio italiano contribuisce certamente a rendere i dialoghi piatti e imbarazzanti. In Cosmic Sin capita non poche volte di non capire cosa stia succedendo e perché. Ma tranquilli: non lo scoprirete mai. Ci sono personaggi che hanno dialoghi immaginari con bambini di cui non conosciamo l’identità e che non conosceremo mai. Ma ci sono anche personaggi che muoiono senza alcun motivo e senza alcun trasporto emotivo da parte degli altri. Citando tre noti sceneggiatori: «Così, de botto, senza senso!»

I costumi e gli effetti speciali

Una menzione particolare va sicuramente alle armature spaziali della crew, che ricorda, con molta nostalgia, quella degli stormtrooper di Star Wars. Una triste copia sottomarca,  in plastica e di bassissima qualità, che avremmo preferito non vedere addosso agli astronauti, così tanto impacciati con quell’armatura addosso. Tony Stark, vieni in soccorso perché abbiamo tremendamente bisogno di te.

Bruce Willis e Perrey Reeves in una scena di Cosmic Sin

Anche la tecnologia è molto casareccia. Gli strumenti utilizzati sono rudimentali, ed il modo in cui i personaggi si spostano da un pianeta all’altro è davvero ridicolo, dato che vengono letteralmente sparati nell’atmosfera come degli uccelli impacciati, senza alcuna nave spaziale che li protegga. Gli alieni contro cui gli umani si ritrovano a combattere, inoltre, sono una specie di Nazgûl del Signore degli Anelli, incappucciati e senza volto, ansimanti e inspiegabilmente pochi. Credo anche che a un certo punto del film la segretaria d’edizione si sia appisolata, e a noi tocca vedere un soldato che finge di utilizzare un auricolare palesemente inesistente durante una sparatoria. Sono dovuta tornare indietro più volte per controllare se non fosse effettivamente così e se mi stessi sbagliando. Ma era fin troppo evidente. Insomma, non c’è assolutamente niente di ben fatto in questa pellicola ed anche la colonna sonora è molto banale. Poco più di un’ora e mezza che sembra non volere finire mai e che consiglierei di non sprecare guardando questo film.


Cosmic Sin
regia
: Edward Drake
con: Bruce Willis, Frank Grillo, Perrey Reeves, Adelaide Kane
sceneggiatura: Edward Drake, Corey Large
anno: 2021
durata: 88 minuti
disponibile su: Amazon Prime Video
trama: A causa di un’imminente invasione aliena, l’umanità sceglie di scatenare una guerra interstellare che possa scongiurare l’attacco. Per questa delicata missione viene richiamato il generale Eron Ryle, da tempo fuori dalle forze armate, dalle quali era stato allontanato con disonore.

Leggi anche: Governance – Il prezzo del potere: manager spietati e verità negate

Iscriviti al nostro canale Telegram per ricevere in anteprima tutti gli articoli di Ultima Razzia!

 

Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni Ultima Razzia

Donazioni sidebar

Informazioni Personali

Totale Donazione: €100,00

Iscriviti al nostro canale Telegram

Telegram

Iscriviti ad Amazon Prime Video

Seguici su Instagram

Loading...

Seguici su Facebook

Ultimi articoli

Leggi anche...

malignant poster james wan malignant poster james wan

Malignant, il Male ramificato secondo James Wan

Cinema

Connect