fbpx
Connect with us
Sicurezza dei commenti

Mondo Social

Carta d’identità sui social network? Perché sì, perché no

Si discute di subordinare l’iscrizione ai social network alla presentazione della carta d’identità (o documento analogo). Vantaggi e gli svantaggi.

Tempo di lettura: 2 minuti

È di queste ore la proposta di obbligare i social network a chiedere la carta d’identità o un documento di riconoscimento al momento dell’iscrizione, in modo che sia sempre possibile risalire a chi ha scritto un post. Come ogni legge, anche questa ha aspetti positivi e negativi. Vediamo, brevemente, quali sono i principali punti a favore della proposta e quali a sfavore.

Carta d’identità sui social: perché sì

  • In caso di commenti offensivi, lesivi della dignità personale o che sottendono ad un reato (si pensi all’apologia di fascismo o alle molestie sessuali) è sempre possibile risalire all’autore del commento.
  • Si avrebbe la garanzia dell’identità di chi ha effettuato un post
  • Sarebbe comunque sempre possibile scegliere un nickname. La carta d’identità servirebbe solo in caso di reati
  • Facebook (dove, è bene ricordarlo, sarebbe obbligatorio registrarsi con il proprio nome e cognome reali) sarebbe finalmente libero dai profili di coppia o con nomi fasulli
  • Non sarebbe più possibile imbrogliare sulla propria età anagrafica e quindi avere i filtri per minori correttamente impostati

Carta d’identità sui social: perché no

  • Su Facebook, non sarebbe più possibile registrare profili di coppia o con nomi fasulli. Si pensi ad un medico che non vuole svelare l’identità ai propri pazienti, o ad un insegnante che non vuole essere bersaglio dei propri studenti. È vero che ci sono le impostazioni della privacy, ma un conto è poter dire “Io su Facebook non ci sono” e un’altra è “Non ti voglio come amico”.
  • Non sarebbe più possibile imbrogliare sulla propria età anagrafica. Alcuni social network prevedono l’iscrizione a 13 anni (o 16), ma sappiamo bene che le limitazioni sull’età sono sempre un po’ assurde. Che differenza c’è tra un bambino di 12 anni, 11 mesi e 28 giorni e un tredicenne?
  • Come verrà utilizzata la carta d’identità dal social network? Sul documento d’identità non sono riportati solo nome, cognome e data di nascita, ma anche il luogo, l’indirizzo di residenza e il codice fiscale. I social network saranno in grado di proteggere efficacemente questa mole di informazioni?
  • Sebbene si sia sicuramente evoluta con il passare degli anni, la carta d’identità rimane un documento fisico e personale, non è un documento digitale. È piuttosto facile creare un falso e non si può pensare che tutti i social network (che magari non hanno una sede nel nostro paese) impieghino una serie di operatori per controllare milioni di profili e i relativi documenti associati.
  • La criticità maggiore, però, è intrinseca al funzionamento dei social network: fino a quando la carta d’identità non sarà un requisito di accesso o non si utilizzerà un accesso di tipo biometrico, sarà sempre possibile utilizzare l’account di qualcun altro semplicemente conoscendone la password o il dispositivo lasciato temporaneamente incustodito.
  • La norma varrebbe solo in Italia. Considerata la facilità con cui si può ottenere un indirizzo mail e fingersi utenti statunitensi, australiani o indiani, non dovrebbe essere proibitivo continuare a crearsi account fasulli con i quali delinquere senza rischiare di essere rintracciati.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni Ultima Razzia

Donazioni sidebar

Informazioni Personali

Totale Donazione: €100,00

Iscriviti al nostro canale Telegram

Telegram

Iscriviti ad Amazon Prime Video

Seguici su Instagram

Loading...

Seguici su Facebook

Ultimi articoli

Leggi anche...

Adam Driver e Marion Cotillard in Annette Adam Driver e Marion Cotillard in Annette

Annette di Leos Carax, perché vederlo sarà una terapia sentimentale

Cinema

The Beatles Get Back The Beatles Get Back

The Beatles – Get Back, Il talento di un uomo in tre minuti

Serie Tv

L’illusione del benessere: Il posto di Ermanno Olmi

Anniversari

Connect