fbpx
I nostri social
Warner Bros

Cinema

5 domande dopo l’annuncio da parte della Warner Bros.

L’annuncio della Warner Bros. ha fatto sobbalzare l’intera industria cinematografica americana. Quali saranno le conseguenze?

Tempo di lettura: 4 minuti

E’ la tarda serata di giovedì 3 dicembre quando i principali siti di cinema americani rilanciano una notizia destinata a sconquassare l’industria cinematografica. La Warner Bros., una delle major più storiche e importanti di Hollywood, annuncia che rilascerà l’intera lista dei suoi film del 2021 sia nei cinema, sia in contemporanea su HBO Max. Gli americani potranno decidere se andare a vedere il film al buio della sala oppure starsene comodamente seduti sul divano di casa.
Non solo Wonder Woman 1984, quindi, ma anche pezzi da novanta come Dune, Matrix 4, il musical In the Heights, Godzilla vs Kong saranno disponibile nello stesso giorno al cinema e in tv (previo abbonamento alla piattaforma, di proprietà Warner Media, HBO Max).

La scoppola ricevuta con il rilascio nei cinema di Tenet sul finire dell’estate, quando il mondo si trovava tra la fine della prima e l’inizio della seconda ondata di coronavirus, brucia ancora in casa Warner. Da qui la decisione di agire, di provare a invertire la rotta non rimettendoci nuovamente milioni di dollari. La decisione presa dalla Warner è a tutti gli effetti un punto di svolta che potrebbe alterare il panorama della distribuzione cinematografica in modo permanente e cambiare radicalmente la fruizione di un film dopo la scomparsa definitiva del coronavirus.

sala cinema

L’autore di Variety Brent Lang ha provato a porsi 5 domande scottanti sulla questione. Eccole.

Cosa significa quest’annuncio per le sale cinematografiche?

Significa che non è una buona notizia per gli esercenti, su questo non ci piove. I titoli che la Warner Bros lancerà in contemporanea in streaming sono blockbuster forti, con delle previsioni di incasso che supererebbero di gran lunga i 100/150 milioni di dollari. La Warner Bros. afferma che la mossa è temporanea ed è dovuta a delle circostanze straordinarie, ma è anche difficile, dall’altra parte, ritornare alla situazione di prima facendo finta che niente sia successo. Fino a poco tempo fa sembrava impossibile arrivare a una situazione del genere. Vedere il combattimento finale tra Godzilla e King Kong o il ritorno di Neo nell’universo di Matrix anche in tv, nello stesso momento in cui i film debuttano al cinema, era considerato pura follia e la mente sarebbe corsa subito al fenomeno della pirateria.
Bisogna essere onesti e sottolineare come anche prima della pandemia le sale cinematografiche di mezzo mondo non se la stessero passando per niente bene. AMC, Cineworld e altre catene di multiplex americane sono piene di debiti e vicini a dichiarare il fallimento. Chi sono quegli istituti di credito pronti a finanziare le sale dai mancati introiti generati dai film Warner del 2021? L’orizzonte è molto buio. Noi, non molto tempo fa, con un articolo provocatorio, abbiamo preconizzato anche la fine della sala cinematografica.

Matrix 4 distribuito dalla Warner Bros.

Cosa significa, invece, per HBO Max?

Per HBO Max, lanciata sul mercato degli streamer non più di un anno fa, è l’occasione della vita. Matrix 4, il nuovo Dune di Denis Villeneuve, The Suicide Squad. E poi: il nuovo film con Denzel Washington, Mortal Kombat, King Richard con Will Smith e altri ancora. Titoli forti, non c’è alcun dubbio, pronti, negli Stati Uniti, a far tremare i giganti Netflix e Amazon Prime Video. Chissà se la Disney resterà a guardare o anche lei si allineerà all’annuncio della Warner Bros. C’è un titolo, per l’appunto, nella casa di Topolino, pronto a debuttare eventualmente al cinema e in streaming day-and-date: Black Widow. Che qualcuno ci stia seriamente pensando?

Cosa significa tutto questo per la Warner Bros.?

Se la Warner Bros. dovesse decidere di continuare a programmare anche in futuro i suoi film al cinema e in tv nello stesso momento, si troverà probabilmente costretta a rivedere buona parte della sua linea editoriale. I titoli sopra citati sono tutti film pensati e realizzati per il grande schermo. Ma in futuro cosa potrebbe succedere? I fruitori dello streaming non per forza sono gli stessi che vanno al cinema a vedere i film – perlomeno non tutti. Ai piani alti della Warner ci sarà di che da discutere nei prossimi mesi.

Dune

Cosa significa per gli altri studios?

In pochi mesi sono emersi due nuovi modelli di distribuzione. Uno è stato implementato dalla Warner Bros. con HBO Max. L’altro, più flessibile, è stato utilizzato dalla Universal, che ha firmato accordi con catene di multiplex del calibro di AMC, Cinemark e Cineplex che le consentono di rilasciare nuovi film on demand (VOD) a pagamento 17 giorni dopo il loro debutto nelle sale. Questo secondo modello era considerato dai più come un azzardo, quasi un pericolo per i cinema, ma potrebbe diventare la strategia preferita da buona parte degli esercenti. La Universal ha portato pochi giorni fa nelle sale americane il film d’animazione The Croods: Una nuova era e il giorno di Natale farà debuttare Notizie dal mondo con Tom Hanks. Poco più di due settimane dopo, i film saranno disponibili in esclusiva on demand.
Un’altra cosa che rende l’accordo HBO Max più interessante è che i clienti devono pagare quasi $20 per un noleggio VOD, mentre i clienti HBO Max hanno accesso a tutto, da Matrix 4 a In the Heights (più una serie di contenuti Warner e HBO), pagando un abbonamento mensile.

Cosa significa per le finestra temporali?

Il vecchio modello, in base al quale i cinema avevano una finestra esclusiva di 90 giorni per trasmettere i film sui loro schermi, è sotto minaccia da oltre un decennio. Nel 2020 è stato vittima anche della pandemia. Gli studios hanno sempre ritenuto che il tempo che dovevano aspettare per diffondere i loro film in altri modi (noleggio, home video, streaming, pay-per-view, ecc.) fosse troppo lungo e hanno fatto il possibile per accorciarlo, incontrando una feroce resistenza da parte degli esercenti. Con il coronavirus di mezzo, le major hanno “approfittato” della situazione per accorciare le finestre temporali.

Seguici su Facebook e su Twitter!

Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Sostieni Ultima Razzia

Donazioni sidebar

Informazioni Personali

Totale Donazione: €100,00

Seguici su Facebook

Iscriviti al nostro canale Telegram

Telegram

Seguici su Instagram

Loading...

Iscriviti ad Amazon Prime Video

Leggi anche...

Una scena di Cobra Kai Una scena di Cobra Kai

Johnny Lawrence è il vero eroe di Karate Kid, e lo dimostra in Cobra Kai

Netflix

I film del 1943 I film del 1943

I 10 migliori film del 1943 da recuperare assolutamente

Cinema

Il monello Il monello

Il centenario de Il monello di Charlie Chaplin

Anniversari

malcolm-and-marie malcolm-and-marie

Malcolm & Marie, un film che segnerà gli Oscar 2021?

Cinema

Connect